La tavola rotonda

venerdì 29 Aprile, ore 15.00
Aula Magna, Isia di Urbino
36, via S. Chiara, 61029 – Urbino

Parte integrante del percorso della mostra è la tavola rotonda che avrà luogo presso l’Aula Magna dell’Isia di Urbino, cui prenderanno parte il curatore
del progetto Luciano Perondi e ospiti: Luigi Farrauto, Francesco Mazzucchelli,  Leonardo Romei e Marco Tortoioli Ricci.

In questa sede verranno esposti una selezione di elaborati degli studenti Isia,
affini al tema della cartografia, che contribuirà a dare una visione diversa
della rappresentazione della città.

Luigi Farrauto nato nel 1981, fin da bambino dimostra un pessimo senso dell’orientamento, smarrendosi anche al supermercato. la sua grande passione
è l’archeologia, ma dopo aver cercato per giorni l’uscita tra le rovine di Pompei, decide di dedicarsi attivamente alle mappe e ai segnali. Studia così Graphic Design al Politecnico di Milano, sopravvive ad un tirocinio con Luciano Perondi
e si laurea con una tesi sulla segnaletica per la città vecchia di Damasco.
Nel 2006 si trasferisce ad Amsterdam, lavorando presso Bureau Mijksenaar: dedicando per due anni anima e corpo al wayfinding. ha contribuito
alla realizzazione di vari progetti di segnaletica e information design,
come per gli aeroporti di Abu Dhabi e di Amsterdam, diversi musei e parchi olandesi. Attualmente prosegue la sua battaglia contro il disorientamento
a colpi di frecce e cartine, ma ugualmente continua a perdersi al supermercato.
Ha lavorato presso lo studio FM Milano, ed è stato docente a contratto all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2009 ha iniziato il dottorato di ricerca in Design, con una tesi sull’immagine della città divisa: “Territori senza mappe, mappe senza territorio”. nel 2010 è stato visiting student al Senseable city lab
del MIT di Boston. Nel tempo libero scrive, studia l’arabo e viaggia per il mondo.

http://www.faroutof.it

Francesco Mazzucchelli è attualmente assegnista di ricerca presso
il Dipartimento di Comunicazione dell’Università di Bologna.
Ha conseguito il dottorato di ricerca in Semiotica a Bologna.
Le sue ricerche si indirizzano verso un’indagine dei nessi che legano memoria
e spazialità e verso un approfondimento in chiave semiotica della nozione
di “traccia”. Si è occupato, in particolare, di restauro architettonico e urbano,
visto come pratica non solo di conservazione, ma anche di cancellazione
e riscrittura della memoria.

Gli altri suoi interessi di ricerca riguardano soprattutto le teorie del conflitto
e l’etnografia urbana.

Luciano Perondi, progettista di caratteri tipografici e grafico professionista
dal 1998, opera nel campo della progettazione grafica di aspetti legati
alla scrittura (tipografica e non) e all’information design.
Si occupa anche degli aspetti teorici della grafica e della scrittura.
Dal 2004 si occupa di didattica presso vari istituti principalmente in Italia.
Dal 2007 è docente di Storia del libro presso l’Isia di Urbino, ma continua
a occuparsi professionalmente di progettazione.

Leonardo Romei professore a contratto di Iconografia nel modulo
di Metodologia del progetto grafico per l’editoria all’Isia (Istituto Superiore Industrie Artistiche) di Urbino dal 2009. Ha conseguito il Dottorato di ricerca
in Scienze della comunicazione alla Sapienza di Roma. Nel 2007 e 2008
ha svolto attività di ricerca presso l’ESCoM (Equipe di Semiotica Cognitiva
e Nuovi Media) della FMSH (Fondation Maison des Sciences de l’Homme)
di Parigi.
La sua ricerca è volta a: pensare la grafica a partire da un’idea più ampia
di scrittura; individuare metodologie e prospettive interdisciplinari
per la progettazione editoriale e il design della comunicazione;
analizzare artefatti comunicativi esemplari.
Ha scritto per Nòva24 e La vita nòva de Il Sole 24 Ore.

Marco Tortoioli Ricci nato a Perugia nel 1964, diplomato all’ISIA di Urbino,
allievo di Provinciali e Hohenneger, ha lavorato dall’89 al 92 come art director presso lo studio Dolcini associati di Pesaro.

Titolare e fondatore dello studio “bcpt associati” di Perugia,
si occupa della creazione di sistemi di identità aziendale e brand identity.
Dal 1993 è responsabile dell’immagine per il marchio Listone Giordano
nel mondo.

Ha firmato progetti per Mondadori, Applicando, Università degli Studi
di Perugia, Apple Italia, Comune di Perugia, Teatro Stabile dell’Umbria,
Regione Umbria, Sviluppumbria, Festival dei Teatri di Santarcangelo
di Romagna, Fondazione Umbria Jazz, Fondazione Giordano, Parqueterie Berrichonne, Poltronova, Tagina Ceramiche, Ferrero Legno, Fiera Milano, Lafarge Roofing Italia, Merker, Torino World Design Capital 2008.

Per due mandati, dal 2000 al 2006 ha ricoperto la carica
di consigliere nazionale Aiap.

Nel 2001, nel 2004 e 2005, progetti dello studio bcpt associati sono stati selezionati dall’osservatorio ADI Design Index. Nel 2006 bcpt associati
ha ricevuto il primo premio ex aequo per la nuova immagine della Regione Sardegna. Lo stesso progetto nel 2007 ha ricevuto un Merit Award, nell’ambito della competizione europea “European Design Award”.
Nel 2002 ha dato vita alla cooperativa sociale CoMoDo, comunicare moltiplica doveri che si occupa in modo specifico di comunicazione sociale.

Dal 2007 è docente di Metodologia del Progetto all’ISIA di Urbino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...